Diario di bordo

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con il nostro Diario di bordo!

 

Oggi vi presentiamo un nuovo progetto che i nostri studenti avranno l’opportunità di seguire!

 

“Open Literature: il digitale per il patrimonio letterario-umanistico e il patrimonio letterario-umanistico per il digitale” 

 

 

http://www.openliterature.unito.it/

 

Lo scopo principale di tale progetto, in collaborazione con il dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne dell’Università di Torino, è sensibilizzare i giovani all’uso responsabile del web, incentivare la lettura, la scrittura e la riflessione critica tramite nuove metodologie per l’apprendimento delle lingue e culture straniere che sfruttano gli strumenti del web.

 

 

I ragazzi delle classi 2 B, 3 CD e 4 ACD, saranno impegnati insieme alle loro insegnanti professoresse Palumbo e Baracco, in una serie di incontri laboratoriali condotti in compresenza con una docente del dipartimento di Lingue dell’Ateneo torinese.

Le attività, che sono state articolate dalle insegnanti in collaborazione con la docente universitaria in percorsi mirati, ponderati in sinergia, sulla base delle esigenze e inclinazioni specifiche degli studenti interessati, affrontano numerosi temi tra cui: notizie e fake news, diritti d’autore e licenze “open”: copyright, plagio, riuso nel mondo digitale; introduzione alle principali forme di narrativa nata digitale (narrazioni ipertestuali e interattive, letteratura geolocalizzata, letteratura ambientale…), elaborazione di un progetto di narrazione digitale; analisi delle strategie retoriche e delle forme di multi/intermedialità messe in atto sui social network come mezzo per acquisire competenza comunicativa.

Il calendario degli incontri (5 ore per classe), originariamente pianificato per le lezioni in presenza, è stato riorganizzato in modo da poter svolgere le lezioni in modalità di didattica a distanza.

 

Le lezioni introduttive con la terza e la quarta sono state molto divertenti ed interattive, i ragazzi interagiscono apportando la loro esperienza personale. Nel particolare, le immagini si riferiscono a un tipo di letteratura geolocalizzata, apposita per i cellulari, in cui i lettori sono seguiti da un fantasma che sa esattamente dove si trovano!

 

A proposito di lingue straniere le Prof.sse Aghemo e González condividono con tutti due attività fatte con i loro studenti per superare insieme questo momento:

 

 

Gli studenti di spagnolo della 3A hanno ballato la “zumba”  al ritmo della canzone inventata per il corona virus “Quédate en casa“.

Gli studenti della 1ACD e 1B hanno ripassato i contenuti appresi in lingua spagnola con un video in cui interpretano personaggi famosi della cultura ispanica.

 

Per oggi è tutto, vi diamo appuntamento a domani per scoprire le altre novità in programma!

Ti ricordiamo che puoi contribuire a rendere speciale questo spazio inviandoci pensieri, immagini e foto all’indirizzo mail ivano.leccia@vittoriaweb.it